campania natale movida

Le restrizioni anti-covid per il periodo natalizio hanno messo in ginocchio nuovamente gli imprenditori del settore della movida. L’aumento dei contagi in Campania ha obbligato governatore e sindaci delle città a provvedimenti molto stringenti.

Campania, nuova stangata per gli imprenditori della movida

Nell’ultima ordinanza De Luca ha vietato aperitivi all’aperto, feste ed eventi in discoteca e sale da ballo a discapito di tutti gli imprenditori che solitamente organizzano eventi in occasione del Natale e del Capodanno.

Dunque, un’ennesima stangata per questo comparto che già ha pagato duramente il prezzo della pandemia e che ora si ritrova a fare i conti con un nuovo picco di contagi.

“Un danno incalcolabile”, secondo le prime stime. In questi giorni il fatturato potrebbe diminuire fino al 30%. “Qualora ci fosse un sostegno economico adeguato, saremmo i primi a fermarci”, ha dichiarato Alessandro Esposito, presidente Silb Confcommercio Campania. “Non ci dimentichiamo dell’indotto che ruota attorno a queste attività, e di quanto siano importanti le risorse umane che lavorano per queste attività e che naturalmente includono le loro famiglie”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it