Da lunedì, 17 gennaio, la Campania si tingerà di giallo. Il passaggio dalla fascia bianca a quella gialla è stato stabilito dal ministro Speranza, con un’apposita ordinanza, dopo il monitoraggio Iss di ieri.

Campania in zona gialla, cosa cambia dai bar e ristoranti al cinema: le nuove regole

Ma cosa cambia per i cittadini? Con le nuove misure imposte dal governo e valide fino al 31 gennaio 2022 tra zona bianca e gialla ci sono poche differenze.

Una delle principali differenze riguarda l’obbligo di indossare la mascherina anche all’aperto. Provvedimento che in Campania è sempre stato in vigore.

L’uso della mascherina è stato ‘rinforzato’ in tutta Italia visto che per accedere a mezzi pubblici, treni, aerei, cinema, teatri è necessario indossare la Ffp2. Almeno fino al termine dello stato di emergenza, fissato al 31 marzo.

Inoltre, è stato esteso l’obbligo del Green Pass rafforzato – ottenibile se si è vaccinati o guariti dal Covid-19 – alla ristorazione per il consumo anche al banco in bar e ristoranti. L’obbligo di esibire la certificazione verde rafforzata è stato esteso anche al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra, ma anche per musei e mostre.

Super Green Pass al chiuso anche per i centri benessere, centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche), parchi tematici e di divertimento, per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia) al chiuso e per sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

Fino al 31 gennaio 2022 sono vietati gli eventi, le feste e i concerti che implichino assembramenti in spazi all’aperto. Chiuse anche le sale da ballo, discoteche e locali assimilati, dove si svolgono eventi, concerti o feste, aperti al pubblico.

Gli spostamenti con mezzi propri sono liberi in zona bianca così come nella gialla. Discorso diverso per le Regioni in zona arancione: in questo caso ci si può spostare sia in altri comuni della stessa regione che in altre regioni solo per lavoro, necessità, salute o per servizi non sospesi ma non disponibili nel proprio comune.

continua a leggere su Teleclubitalia.it