Inarrestabile l’azione di contrasto allo spaccio di droga all’interno del Parco Verde di Caivano da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli. In prima linea i militari della locale stazione che anche ieri sera hanno setacciato la zona insieme ai carabinieri del Reggimento Campania.

Interviene il consigliere regionale Francesco Emilio Borelli

Durante le operazioni, i militari hanno arrestato per detenzione di droga a fini di spaccio Francesco Bervicato, 21enne del posto. Il ragazzo, accortosi della presenza dei militari ha tentato di nascondersi tra le siepi e poi cercare di allontanarsi a piedi. I carabinieri lo hanno notato per poi inseguirlo e bloccarlo. Perquisito, il ragazzo è stato trovato in possesso di 15 dosi di cocaina e la somma contante, ritenuta provento del reato, di 756 euro. Il 21enne è stato condotto al carcere di Poggioreale in attesa di giudizio. Sulla vicenda interviene Francesco Emilio Borelli, consigliere regionale di Europa Verde: “Questa è la strada da battere, il Parco Verde a Caivano deve essere liberato dalla droga, dallo spaccio e dalla camorra e restituito alla legalità e alla cittadinanza.

La vicenda di Antonio Natale, morto per mano di camorristi e spacciatori con i quali era rimasto coinvolto in sporche vicende, deve scuotere le coscienze dei cittadini e dei rappresentanti delle istituzioni in modo che le piazze di spaccio del Parco Verde siano smantellate per sempre. La mamma di Antonio, la signora Anna, con il suo coraggio ha denunciato e portato alla luce una situazione allarmante alla quale va messa la parola ‘fine’.” Francesco Emilio Borrelli si è occupato sin dal principio della vicenda di Antonio Natale, il cui corpo era stato ritrovato nelle campagne di Caivano dopo che sua madre ne aveva denunciato la scomparsa e la sua vicinanza alle piazze di spaccio.

continua a leggere su Teleclubitalia.it