Il bonus 200 euro spetta anche ai disoccupati, anche se solo in alcuni casi. Il pagamento automatico dell’Inps arriverà a tutti coloro che percepiscono l’indennità Naspi e Discoll o la disoccupazione agricola nel rispetto di determinati requisiti.

Bonus 200 euro per i disoccupati

Per aver diritto al bonus, occorre aver percepito nel mese di giugno 2022 la Naspi la disoccupazione riconosciuta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che è stato interrotto involontariamente.

Oppure si deve aver percepito nel mese di giugno 2022 la Discoll, disoccupazione riconosciuta a collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, assegnisti di ricerca e dottorandi di ricerca con borsa di studio che hanno perso involontariamente il lavoro. Si può ottenere il bonus, anche se si percepisce la disoccupazione agricola di competenza del 202.

A queste tre macrocategorie è riconosciuta l’indennità una tantum,  stabilita con il Decreto Aiuti. Chi si trova in una condizione di disoccupazione ma non risponde alle caratteristiche descritte non ne ha diritto, a patto che non rientri in altre categorie ammesse a beneficiare del bonus 200 euro.

Leggi anche >> Bonus 200 euro, chi deve presentare il modulo di autocertificazione e chi no

Quando arriva il pagamento?

Le categorie di disoccupati destinatarie del bonus 200 euro ricevono il pagamento automatico dall’Inps. L’assegno sarà erogato dall’Inps anche ai nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza, ma solo un componente potrà riceverlo e in una sola formula.

I primi a ricevere il bonus 200 euro, a luglio, saranno coloro che hanno un rapporto di lavoro dipendente o percepiscono una pensione, insieme a titolari del reddito di cittadinanza, colf e badanti. Per i disoccupati e le disoccupate, anche se non dovranno presentare alcuna richiesta per ricevere il pagamento, l’attesa sarà più lunga.

continua a leggere su Teleclubitalia.it