È emergenza criminalità tra il Napoletano e il Casertano, dove delinquenti, senza scrupoli e armati di fucili, stanno seminando il panico tra i commercianti.

Banditi assaltano negozi con fucili tra Napoletano e Casertano

A Teverola, nell’Agro Aversano, quattro soggetti armati di fucile sono entrati in una caffetteria hanno svuotato la cassa e rubato i gratta e vinci, sotto gli occhi attoniti dei presenti.

Stessa dinamica anche per una pizzeria di Casandrino, in provincia di Napoli, dove ad agire sono stati tre banditi che hanno portato via l’incasso, minacciando il personale con pistole e fucile.

Sul problema della sicurezza è intervenuto Francesco Emilio Borrelli, deputato di Alleanza Verdi-Sinistra: “E’ chiaro che viviamo una situazione di emergenza senza controllo, banditi pericolosi che non hanno alcun timore di impugnare un’arma e di usarla. Se non mettiamo un freno a questa escalation ci troveremo a dover piangere l’ennesima vittima”, ha dichiarato.

“Per questo chiediamo alle Prefetture di Napoli e Caserta di aumentare i controlli e gli uomini delle forze dell’ordine per i pattugliamenti in strada e servono pene certe per tutti i reati.Certe volte i condannati riescono a non fare neanche un giorno di carcere e tornano di nuovo in strada a delinquere”, ha aggiunto.

Acerra, rapina del sabato sera in tabaccheria: ferito un dipendente

continua a leggere su Teleclubitalia.it