droga arresti camorra calabria guardia di finanza

Otto arresti per delinquere e traffico di droga. E’ il risultato dell’operazione condotta questa mattina dalla Guardia di Finanza all’esito delle indagini della Procura e della DDA di Salerno. Sei persone sono finite in carcere, due ai domiciliari.

Asse della droga Calabria-Campania: otto arresti. I nomi

Il sodalizio criminale operava nell’agro nocerino-sarnese. Le indagini della Finanza di Napoli e Salerno hanno ricostruito i contatti con i clan di Torre Annunziata e le cosche calabresi operanti nel reggino: da lì gli indagati si rifornivano di droga, che poi finiva nelle piazze di spaccio salernitane.

Le indagini sono scattate dopo l’esplosione di alcuni colpi di arma da fuoco contro l’abitazione del figlio di uno degli indagati, ritenuto dagli investigatori ai vertici del sodalizio criminale. Si tratta di Domenico Tamarisco, alias “Nardiello”, che coordinava le operazioni da Scalea, in provincia di Cosenza, dove era sottoposto all’obbligo di dimora.

Da lì, secondo la ricostruzione delle fiamme gialle, avrebbe intrattenuto rapporti con la camorra di Torre Annunziata e le cosche calabresi, con lo scopo di reperire ingenti partite di cocaina da trasferire nelle piazze di spaccio salernitane.

Il sequestro e i nomi

Nel corso dell’attività investigativa, i finanzieri di Napoli nel gennaio dello scorso anno avevano sequestrato un carico di 7 chili di cocaina, del valore di oltre 4 milioni di euro. Tra le contestazioni mosse a “Nardiello” anche l’acquisto di una maxi partita di droga, pari a 200 chili di cocaina provenienti dalla Calabria.

  • TAMARISCO Domenico
  • FIUME Patrizio
  • VICIDOMINI Luigi
  • MAIORINO Salvatore
  • ROVITO Gianluca
  • SANTAGADA Pietro

Ai domiciliari:

  • IENARO Daniela
  • UDA Enrico
continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp
Banner tv77 Finearticolo