Il pm Giovanni Corona ha richiesto il rinvio a giudizio per tre persone coinvolte nella vicenda relativa alla realizzazione dello stabilimento di smistamento di Amazon ad Arzano, in provincia di Napoli.

Arzano, stabilimento Amazon abusivo: tre richieste di rinvio a giudizio

Si tratta dell’ex dirigente del Comune G.N., il tecnico di parte F.N. e la titolare della società Ariete s.r.l. L’edificio sarebbe stato costruito senza alcuna licenza edilizia. L’indagine dei Carabinieri di Arzano, coordinata dalla Procura di Napoli Nord, si è avvalsa dell’utilizzo di droni e dell’acquisizione di corposi incartamenti presso il comune di Arzano e quello di Frattamaggiore.

In particolare F.N. risulta indagato per il reato di abuso in concorso e falso ideologico per aver attestato falsamente, e agendo in tempi diversi, il collaudo statico della struttura depositando un apposito certificato presso il Genio Civile.

continua a leggere su Teleclubitalia.it