Antonio Milo

La Procura di Napoli ha iscritto nel registro degli indagati G.I., 36 anni di Melito, e A.F., 25 anni di Portici, i due conducenti coinvolti nel tragico incidente in cui ha perso la vita Antonio Milo, 16 anni, a Scampia, nei pressi della casa circondariale. Si tratta di un atto dovuto dopo la trasmissione degli atti da parte della pm Maria Sofia Cozza.

Antonio Milo morto in incidente a Scampia, indagati i due conducenti per omicidio stradale

Antonio Milo, sedicenne residente a Napoli, stava percorrendo via Roma in direzione Melito sul suo Honda SH 125 quando, superando una Fiat Panda guidata da G. I., ha impattato con il veicolo. La collisione ha causato lo spostamento dello scooter di Milo nella corsia opposta, dove è stato travolto da una Ford Ka condotta da A. F., provocandone la morte immediata dell’adolescente.

Stamattina l’autopsia

La Procura napoletana ha anche disposto l’autopsia sulla giovane vittima per accertare le cause del decesso e raccogliere elementi utili per chiarire la dinamica dell’incidente. L’esame autoptico è stato eseguito stamattina dal medico legale, Emanuele Capasso, al Secondo Policlinico di Napoli, con la partecipazione del consulente tecnico della famiglia Milo, Mauro Perrino, assistito da Studio3A-Valore S.p.A. e dall’avvocato Vincenzo Cortellessa. Dopo l’autopsia, l’autorità giudiziaria rilascerà la salma ai familiari di Antonio, giovane promessa del calcio che giocava per la Gioventù Partenope, per fissare i funerali.

continua a leggere su Teleclubitalia.it
resta sempre aggiornato con il nostro canale WhatsApp
Banner tv77 Finearticolo