Alessandro Orsini è direttore e fondatore dell’Osservatorio sulla sicurezza internazionale della Luiss e del quotidiano Sicurezza Internazionale, oltre che professore associato nel dipartimento di Scienze Politiche della Luiss, dove insegna Sociologia generale e Sociology of terrorism. E’ noto per aver preso delle posizioni sulla guerra in Ucraina che hanno fatto molto discutere. Vediamo le sue idee in merito al conflitto e maggiori informazioni in merito ad Alessandro.

Alessandro Orsini: chi è, età, professore

Alessandro Orsini è un volto noto della televisione italiana. Nato il 14 aprile 1975, a Napoli, sotto il segno dell’Ariete, ha 46 anni ed è direttore e fondatore dell’Osservatorio sulla sicurezza internazionale della Luiss e del quotidiano Sicurezza Internazionale. Ricopre inoltre il ruolo di professore associato nel dipartimento di Scienze Politiche della Luiss, dove insegna Sociologia generale e Sociology of terrorism.

Nel 2016 è stato nominato membro della commissione del governo per lo studio dell’estremismo jihadista. È membro del comitato “scenari futuri” dello Stato maggiore della Difesa. Dal 2013 al 2016, è stato direttore del Centro per lo studio del terrorismo dell’università di Roma “Tor Vergata”.

Alessandro Orsini: Putin, guerra

Alessandro è stato ospite di diverse trasmissioni negli ultimi tempi, tra cui Piazza Pulita su La 7 e Cartabianca su Rai 3: ha espresso in queste occasioni le sue idee in merito alla guerra in Ucraina, facendo spesso discutere. E’ stato accusato di essere filo russo.

Ecco alcune delle frasi da lui affermate nel corso di alcune trasmissioni: “Questa è una guerra persa in partenza. O noi diamo a Putin quello che vuole o lui se lo prende lo stesso”; “La Russia continuerà ad avanzare, avremo sempre più morti fra i civili. Se la Germania e Francia vogliono riempire l’Ucraina di armi lo facciano, l’Italia deve prendere i soldi che intende spendere per le armi per costruire due enormi ospedali per accogliere i bambini ucraini mutilati”; “Sono per una rottura in seno all’Unione europea, il ruolo dell’Italia è quello di Paese di pace”.

Nelle ultime ore, poi, sono scoppiate anche polemiche politiche relativamente al suo compenso per gli interventi nella trasmissione in onda su Rai 3, tanto che la tv di stato ha poi annunciato di non voler dar seguito al contratto con il professore per le prossime puntate.

Lo stesso Orsini ha commentato l’accaduto sulla sua pagina social, annunciando di essere pronto a partecipare gratuitamente alla trasmissione di Bianca Berlinguer: “Apprendo che la Rai ha deciso di rescindere il mio contratto stipulato per sei puntate con Carta Bianca. Molte altre trasmissioni di informazione mi avevano offerto compensi ben superiori a quello della Rai. Ho scelto Bianca Berlinguer perché penso che sia una garanzia di libertà. Questa libertà va difesa. Per questo motivo, annuncio che sono pronto a partecipare alla trasmissione di Bianca Berlinguer gratuitamente”.

Alessandro Orsini: moglie, vita privata

Alessandro è molto riservato in merito alla vita privata: non è noto infatti se sia o meno sposato.

Alessandro Orsini: Instagram

Su Instagram, Orsini ha un profilo che conta oltre 10mila followers ma non è molto attivo sui social, come testimoniato dai pochi post pubblicati.

continua a leggere su Teleclubitalia.it