Si chiamano Antonio Marsicano e Amedeo Stoiano, rispettivamente di 47 e 38 anni, i due ladri arrestati nella notte tra il 4 e il 5 aprile per il furto da “film” alla filiale Unicredit, sul corso De Nicola, ad Afragola. 

Afragola, sventrano banca con un cingolato: chi sono i due ladri arrestati

Entrambi napoletani e con precedenti di polizia, sono stati bloccati dagli agenti del locale commissariato mentre tentavano la fuga. I due, oltre a dover rispondere di furto aggravato, sono stati denunciati per ricettazione.

Stando ad una prima ricostruzione, gli agenti sono stati avvicinati da due guardie giurate, che hanno indicato loro due persone che stavano scappando verso via Galliano. Ne è nato così un inseguimento che si è concluso in via San Felice, dove la coppia è finita in manette col supporto di una seconda volante del commissariato di Acerra. Marsicano e Staiano sono stati trovati in possesso di un passamontagna, due paia di guanti, un cappello e un ricetrasmettitore dual band.

La ricostruzione

Le immagini del clamoroso episodio di due notti fa sono ribalzate sui social in maniera virale. La banda è entrata in azione con un autocarro dotato di gancio meccanico – con il quale, tra l’altro, i malfattori hanno sbarrato l’arteria stradale – un rimorchio e un escavatore cingolato.

Con la gru hanno sventrato la parete su cui era collocato il bancomat mentre con il gancio meccanico sono riusciti a estrarre le due casseforti e a portarle in strada. A quanto pare il piano era quello di caricare le casse blindate sull’autocarro e fuggire via. Questa operazione è stata sventata dal pronto intervento della vigilanza Union Security, della Polizia e dei Carabinieri.

I sistemi di allarme dell’istituto finanziario hanno, infatti, inviato una segnalazione alle forze dell’ordine che nel giro di pochi minuti si sono precipitati sul posto.

Dai successivi accertamenti è stato appurato che l’autocarro, il rimorchio e la macchina motrice erano stati rubati il 17 marzo a Carinola, il furgone il 24 febbraio a Sant’Anastasia e l’automobile due giorni fa ad Aversa.

continua a leggere su Teleclubitalia.it