È ancora allarme refezione scolastica nell’area a Nord di Napoli. Nella scuola Europa Unita di via Salicelle, ad Afragola, sono stati trovati degli insetti nei piatti distribuiti agli alunni. Ad accorgersene sono state le maestre che hanno provveduto a sospendere il servizio. 

Afragola, insetti nei piatti della mensa scolastica: scatta la denuncia

Stando alla denuncia di tre mamme, che sono venute a conoscenza della presenza dei pappaci dai figli, nessuno avrebbe avvertito i genitori di ciò che è accaduto alla mensa scolastica. Come riporta Il Mattino, le mamme hanno così deciso di indagare a fondo sulla vicenda. Una volta all’esterno della scuola hanno ispezionato il bidone dell’umido sul marciapiede del plesso scolastico, aprendo le buste di plastica che contenevano la pasta e ceci. Poi hanno scattato diverse foto e registrato filmati con i telefonini il cibo che sarebbe stato servito ai loro figli. Dopodiché si sono dirette verso la locale caserma, diretta dal luogotenente Raimondo Semprevivo, dove hanno consegnato il materiale e denunciato l’accaduto.

La distribuzione del primo avviene con lo scodellamento. In sostanza, gli addetti della ditta che si occupa della refezione scolastica versano il cibo contenuto in grossi pentoloni, rigorosamente sigillati, nei piatti e poi li distribuiscono agli alunni e alle alunne della scuola. Secondo quanto denunciato dalle mamme, i bambini avrebbero notato gli insetti nella pasta e ceci e avrebbero avvertito subito le maestre, che hanno bloccato la mensa scolastica. 

Il giorno successivo si sono presentati nell’istituto scolastico i Carabinieri, che hanno effettuato controlli e ispezionato il cibo che veniva servito agli studenti. Finora i militari non hanno riscontrato alcuna anomalia, né sono stati trovati insetti nei piatti. Tuttavia, hanno inviato un’informativa sul fatto alla locale Procura. In merito alla vicenda, la preside Angela Sodano ha detto: “Le mamme hanno fotografato qualcosa nei rifiuti solo qualche ora dopo, quando le buste con l’umido erano state depositate da ore, qualche formica o qualche insetto pure ci doveva essere”. 

continua a leggere su Teleclubitalia.it