Stanno scatenando un moto di rabbia e indignazione le immagini del centro Lu.Mo di Afragola: brutalmente vandalizzato e distrutto da ignoti. Solo qualche tempo fa il centro, di proprietà del comune ed ancora in carico all’Asl Napoli 2 nord, ha ospitato in piena emergenza covid migliaia di persone da tutto il comprensorio per le vaccinazioni.

Passato il periodo più drammatico a livello sanitario, il polo (ristrutturato poco prima al costo di 3milioni e 600mila€ ) è stato però abbandonato finendo più di una volta in mano ai vandali. L’ultima, in ordine di tempo, è quella denunciata domenica 26 marzo e raccontata in anteprima dal quotidiano Cronache di Napoli. Due fratelli di Afragola sono stati sorpresi dalla polizia municipale ad occultare la refurtiva in via Riccardo Russo. Erano ancora sporchi di polvere ed è bastato poco per capire che gli infissi che avevano in mano erano stati rubati al centro vaccinale. Pensata inizialmente come una struttura per i giovani e le associazioni della città, il centro è stato non senza polemiche affidato all’Asl che qui dovrebbe farvi sorgere un ospedale di comunità.

In attesa della sua realizzazione, però, non è ben chiaro chi debba occuparsi della sua sicurezza. La questione era anche finita al centro di un acceso consiglio comunale. Tutto però si è fermato alle chiacchiere.

continua a leggere su Teleclubitalia.it