Differenziata fatta male, scattano le prime contravvenzioni. Una ventina in totale, dopo le oltre cento comminate per il cosiddetto fenomeno del sacchetto selvaggio, e tutte elevate in questi primi giorni della settimana. I controlli – secondo quanto trapelato dal Comune – sono stati intensificati soprattutto nei pressi dei grandi parchi e dei complessi residenziali di via Vallesana, via Marano-Pianura e San Rocco. I verbali sarebbero stati notificati agli amministratori dei condomini, che a loro volta dovranno rivalersi sui singoli residenti o se, accertato, sul condomino autore dell’infrazione. Il tempo della tolleranza sembra dunque finito, anche se per ottenere gli effetti sperati occorrerà mettere in campo un’azione costante e ancor più incisiva. Il Comune, da qui a breve, potrà beneficiare dei fondi (250 mila euro) per la salvaguardia ambientale del proprio territorio. Si tratta di risorse (Fsc 2007/2013) ottenute – al pari di altri comuni della provincia di Napoli e di Caserta – alla luce dei progetti presentati alla Regione e nell’ambito del Patto per la Terra dei fuochi. Fondi che potrebbero essere utilizzati per la bonifica di alcune aree, tra cui quella di via Marano-Quarto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it