Si dice dispiaciuto ed ha chiesto scusa alla famiglia di Gennaro Leone (in foto), il 18enne ucciso nella notte tra il 28 e il 29 agosto, in pieno centro a Caserta.

Ucciso 18enne a Caserta dopo una lite, l’assassino chiede scusa: “Non volevo ammazzarlo”

Durante l’udienza di convalida del fermo, G.I, 19 anni, ha rilasciato una dichiarazione spontanea: “Sono dispiaciuto per quanto successo e chiedo scusa alla famiglia di Gennaro. Non avevo alcuna intenzione di ucciderlo“.

Il ragazzo, incensurato, si trova da tre giorni nel carcere di Santa Maria Capua Vetere. I carabinieri lo avevano rintracciato nelle ore immediatamente successive alla tragedia, grazie alle informazioni fornite da diversi testimoni.

La lite sfociata nel ferimento mortale era avvenuta intorno alla mezzanotte, nella notte tra sabato e domenica, nel centro di Caserta. Si erano affrontati davanti a un bar, nel cuore della movida casertana.

Il Gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere ha convalidato il fermo del 19enne G.I., accusato dell’omicidio di Gennaro Leone. Nei confronti del giovane, residente a Caivano, è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

continua a leggere su Teleclubitalia.it