Lungomare inquinato, scatta il divieto di balneazione per il tratto che va da Marechiaro a Largo Nazario Sauro, comprese via Partenope e Posillipo. Il provvedimento è stato disposto con un’ordinanza dal Comune di Napoli.

Napoli, lungomare inquinato: scatta il divieto di balneazione, dove non si può fare il bagno

La decisione di Palazzo San Giacomo di evitare l’esposizione dei bagnanti a rischi di inquinamento è stata adottata dopo gli ultimi prelievi dell’Arpac, l’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Campania, eseguiti a inizio settimana.

Dai rilievi dell’Arpac è emersa la “presenza di inquinanti che impediscono la balneazione”. Vietato quindi il bagno nelle spiagge di Nazario Sauro, via Partenope, Lungomare Caracciolo, Palazzo Donn’Anna, Posillipo, Capo di Posillipo, Punta Nera e Marechiaro.

“I funzionari dell’ARPAC – spiega l’assessore comunale al Mare, Francesca Menna – hanno assicurato che, quanto prima possibile, verranno eseguiti ulteriori campionamenti per fare in modo di verificare al più presto il superamento della criticità. Intanto è possibile l’elioterapia e quindi l’accesso alla spiaggia ma non la balneazione. Aspettiamo con fiducia i risultati del prossimo campionamento che consentano la revoca dell’ordinanza in atto”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it