Arzano. Una ragazza di 21 anni è stata presa a schiaffi da un uomo perché l’aveva vista baciarsi in auto con la sua compagna. E’ successo ad Arzano ed è la seconda aggressione omofoba che si verifica nel giro di pochi giorni in provincia di Napoli.

Arzano, ancora omofobia: schiaffi a due ragazze per un bacio

A denunciare l’episodio è l’Arcigay Napoli, spiegando di aver ricevuto una lettera da una delle due ragazze. “Stavamo in auto, nel solito vicoletto sotto casa e un signore con tanto odio e rabbia si è avvicinato urlando contro di noi e nonostante la mia risposta pacata, mentre la mia ragazza stava facendo partire l’auto per allontanarci, il signore mi ha aggredito con due schiaffi, minacciando di dar fuoco all’auto con noi dentro se ci fossimo ripresentati nello stesso posto“, scrive una delle due vittime.

“Oltre a portare tutta la vicinanza e la solidarietà della nostra associazione, stiamo seguendo il caso con i nostri avvocati per valutare tutte le possibili e percorribili vie legali per fare chiarezza su questo ennesimo terribile episodio di lesbofobia”, sottolinea Arcigay.

Il secondo caso è avvenuto lo scorso fine settimana sulla spiaggia di Capo Miseno nel Comune di Bacoli in provincia di Napoli. A raccontare l’episodio avvenuto a Bacoli sono le dirette interessate, una coppia di ragazze lesbiche aggredita sulla spiaggia vicino Bacoli. Mentre prendevano il sole Francesca e Martina sono state prima insultate e poi con la forza invitate ad abbandonare la spiaggia perché il loro comportamento, secondo due bagnanti, turbava i più piccoli.

continua a leggere su Teleclubitalia.it