castel volturno francesco morto neonato

E’ stata aperta un’inchiesta sulla morte del piccolo Francesco d’Annolfo, il bimbo nato già morto presso la clinica Pineta Grande di Castelvolturno. La Procura di Santa Maria Capua Vetere ha avviato un’inchiesta per omicidio colposo. Denunciati i medici.

Castel Volturno, bimbo nato morto: aperta inchiesta

Toccherà ai magistrati fare luce sulle cause del decesso del piccolo attraverso l’esame autoptico. In quella circostanza l’avvocato Benito De Siero che assiste Antonio D’Annolfo e Michel Stasi provvederà a nominare un consulente di parte per seguire l’esame.

Nella denuncia presentata dalla coppia di giovani genitori non ci sono riferimenti a complicanze emerse durante la gravidanza. Mai nessun incidente, mai nessuna anomalia nel feto. Nel documento presentato alle forze dell’ordine e trasmesso alla Procura si ipotizzano, tra le cause della morte, l’infarto o un problema al cordone ombelicale.

Come spiega Cronache di Caserta, la 19enne Michel avrebbe dovuto partorire a Cassino ma già da domenica sera ha sentito delle contrazioni e così alle 5 del mattino è stata accompagnata al presidio più vicino, la clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Quasi quattro ore dopo la giovane ha dato alla luce il suo primogenito che però è nato morto. E’ stata una dottoressa della struttura domiziana ad avvertire il padre della tragedia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it