rapina gioielleria domiciliari

Rapina brutale in gioielleria, giuglianese ai domiciliari. Alessandro Cante, classe 2000, si era consegnato lo scorso ottobre spontaneamente presso la casa circondariale di Poggioreale, accompagnato dal proprio difensore di fiducia, avvocato Luigi Poziello del Foro di Napoli Nord, perché era ricercato per aver commesso una rapina pluriaggravata.

Giuglianese ai domiciliari dopo rapina

Il 21enne aveva messo a segno un colpo in una gioielleria di Pontinia (Latina) nel maggio 2020. In quell’occasione, congiuntamente ad altri 2 complici, S.F., 24 anni, e M.G. 38 si era impossessato di un bottino di oltre 30 mila euro. I malviventi, col volto travisato da mascherine chirurgiche e cappellini con visiera, aggredirono con efferata violenza il proprietario dell’esercizio commerciale e sua moglie, accoltellando l’uomo alle spalle e picchiando con ferocia la donna.

Il Giudice del Tribunale di Latina Dottor Pierpaolo Bortone ha accolto la richiesta dell’avvocato Luigi Poziello. Così gli ha concesso gli arresti domiciliari in Giugliano in Campania, ove l’uomo sarà controllato dagli agenti della polizia di stato del locale commissariato.

continua a leggere su Teleclubitalia.it