Durante la conferenza stampa di mercoledì 30 giugno, De Laurentiis torna a parlare dopo mesi di silenzio stampa. Tra i tanti temi affrontati c’è, ovviamente, quello del calciomercato. Secondo il patron azzurro, bisognerà vendere alcuni calciatori per bilanciare i conti. Ma quali sono gli stipendi della rosa?

De Laurentiis: “Non possiamo più pagare 156 milioni di stipendi”. Ecco quanto guadagnano i calciatori del Napoli

“Per bilanciare i conti forse bisognerà vendere dei calciatori che la società non può più pagare. Il budget va rivisitato, altrimenti devo far fallire il Napoli. Abbiamo 156 milioni di stipendi. Non basterà venderne uno”

Per i tifosi non sono certamente frasi rassicuranti quelle di De Laurentiis. Bisognerà cedere qualche calciatore a quanto pare, anche per poter partire col mercato in entrata. Dopo l’acquisto dell’anno scorso di Osimhen per circa 70 milioni, ora De Laurentiis vuole andarci con i piedi piombo. Prima vendere e poi acquistare, forse. Ma chi sarà a lasciare la squadra? Ecco gli stipendi dell’intera rosa.

Pesano gli stipendi, soprattutto quello di Koulibaly (6 milioni netti). Lorenzo Insigne, dopo il senegalese, è il più “ricco”. Attenzione però ai 4,5 milioni di Mertens, non più al centro del progetto Napoli. O ancora i 2,4 milioni di Ghoulam, che ha collezionato 47 presenze in Serie A in quattro anni. Al di sotto della media, invece, Fabian Ruiz e Alex Meret. Quale sarà la strategia del Presidente?

Leggi anche: Comincia l’era Spalletti, il nuovo allenatore arriva a Castel Volturno: le sue prime parole

Intanto bisogna stare attenti alla delicata situazione Insigne. Il capitano del Napoli, infatti, ha uno stipendio pari a 4,6 milioni netti ed un contratto prossimo alla scadenza (30 giugno 2022). Secondo alcune testate giornalistiche, il numero 24 vorrebbe un aumento con la firma del nuovo contratto. Alle porte, poi, ci sono altre squadre che lo corteggiano. Su tale questione, De Laurentiis risponde così: “Il rinnovo di Insigne? Non ci siamo mai visti, per gli Europei. Poi dopo ci vedremo, parleremo e poi sarà quel che sarà”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it