La variante Delta del Coronavirus corre tra i giovanissimi in Campania. In provincia di Napoli sono ben cinque i minori contagiati: due bambini, una di 11 anni e un’altra di 5 di Torre del Greco; un bambino di 3 anni, uno di 8 e un altro di 11 di Pozzuoli. A darne notizia è Il Corriere del Mezzogiorno.

Tra i positivi figurano anche i giovani dai venti a i quarant’anni, tra cui anche il 28enne ricoverato all’ospedale Cotugno dopo essersi sottoposto a doppia vaccinazione eterologa. 

Ma la variante Delta spaventa soprattutto l’area flegrea, dove è particolarmente presente. Negli ultimi giorni, infatti, si sono registrati due cluster con 6 casi a Torre del Greco – oltre ai due minori, ci sono anche due uomini di 44 e 42 anni e due donne di 32 e 23 anni. A Pozzuoli, invece, i casi sono cinque. Intanto in Campania sono stati riscontrati ben 160 casi complessivi. 

Calano le adesioni alla campagna vaccinale

E tutto questo avviene quando la campagna vaccinale subisce una battuta d’arresto sulle adesioni. Solo ieri pomeriggio l’adesione agli open day organizzata dall’Asl Napoli 1 Centro era arrivata al 2% delle adesioni agli open day organizzati per oggi, 1 luglio, e domani, 2 luglio.

Per ovviare al problema, l’Asl locale ha deciso di chiudere per qualche giorno i suoi hub vaccinali e di puntare sui medici di medicina generale, sulle farmaci e sui poliambulatori.

La mappa

La diffusione dell’ex variante indiana si sta ripercuotendo anche su altre città che ricadono nella provincia di Napoli. Ad Afragola si registrano due casi (2 uomini di 30 anni), così come anche ad Agerola (un uomo di 57 e una donna di 66 anni). Altre due persone sono risultate positive alla variante Delta a Ercolano: si tratta di due uomini di 73 anni. A Marano c’è solo un positivo alla variante ex indiana, a Mugnano 4 (due uomini di 36 anni, una donna di 34 anni e un uomo di 60 anni). A Napoli invece sono ben 19. Cinque a Pozzuoli. Un solo contagio a Quarto, 2 a san Giuseppe Vesuviano (due donne di 55 anni e 23 anni). Positivo un uomo di 58 anni a Villaricca. 

La variante Delta non è l’unica ad essere presente sul territorio campano. La variante brasiliana, ad esempio, è presente in 2 casi ad Acerra, 2 a Mugnao, 24 a Napoli, 2 ad Ottaviano, uno a Giugliano. Poi c’è quella Nigeriana, che è stata riscontrata in 2 contagi a Sant’Antimo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it