Tornano i concerti e gli eventi negli stadi. Le Regioni hanno scritto un nuovo protocollo che ha già avuto il via libera del Comitato tecnico scientifico e ora è atteso l’ok definitivo del ministro della Salute Speranza.

Green pass, si torna ai concerti e negli stadi: le regole delle Regioni

Nel protocollo già firmato da Regioni e Cts, secondo quanto riportato dal Corriere, “per gli eventi che hanno luogo in arene, stadi, aree utilizzate per grandi eventi, l’accesso deve essere consentito esclusivamente a coloro che siano in possesso di una delle Certificazioni verdi Covid-19”.

Leggi anche >> Green Pass, come ottenerlo e cosa fare quando si riceve l’sms o l’email

Quindi tampone negativo effettuato entro le 48 ore precedenti, guarigione dal Covid o vaccinazione. Deve essere previsto “un servizio di controllo sull’osservanza delle misure di prevenzione per tutta la durata dell’evento e in fase di deflusso con personale appositamente incaricato e formato ed in numero adeguato rispetto al pubblico previsto per l’evento”.

Il protocollo prevede non solo l’uso del Green Pass ma anche una serie di altre misure. L’ingresso massimo di spettatori dovrà essere pari al 25% della capienza totale della struttura. Prevista anche una divisione in “blocchi funzionali separati tra loro”, in modo da “garantire le misure di distanziamento e permettere la gestione delle presenze nei limiti consentiti”.

Questi blocchi funzionali saranno gestiti indipendentemente l’uno dall’altro, dall’ingresso all’uscita, dai servizi igienici ai guardaroba. Tra le altre regole c’è l’obbligo di utilizzare la mascherina se si tratta di spazi chiusi, ma non all’aperto. Nessuno potrà stare in piedi, i posti saranno sempre prenotati e assegnati. I bar restano chiusi, ma c’è la possibilità per gli addetti di vendere cibo e bevande al posto.

continua a leggere su Teleclubitalia.it