Carlo Verdone ha scoperto di avere origini napoletane: suo nonno, Oreste Verdone, era di Pozzuoli. La conferma arriva dall’Archivio di Stato di Napoli, dove è stato ritrovato un documento che lo attesta.

Carlo Verdone rivela le sue origini partenopee: “Mio nonno Oreste era di Pozzuoli”

Si tratta della richiesta di passaporto del nonno, un atto datato 1916. A scovarlo Gianluca Bianco nei faldoni della Questura di Napoli, Passaporti (1913-1917), nella busta 4659, al fascicolo 81.

Al Corriere del Mezzogiorno, l’attore romano ha commentato l’incredibile scoperta. “Candida Carrino, Angelica Lugli e Gianluca Bianco sono riusciti a trovare quello che cercavamo da tempo. Dopo la lettura del mio libro hanno iniziato una ricerca, anche affettuosa, per offrirmi qualche elemento in più. Ed effettivamente ci sono riusciti. Quello di Napoli è un archivio immenso e ha consegnato le testimonianze che né io, né mio padre avevamo scovato. Sono stati molto molto bravi. E mi hanno fatto questo bel regalo”, spiega Verdone al Corriere del Mezzogiorno.

“Trovato il documento, si sono subito messi in contatto con me. Solo così ho avuto la conferma delle vere radici di mio nonno che era nato a Pozzuoli il 26 marzo del 1894. In passato non era stato facile rintracciare sue notizie. Mio padre fece un viaggio a Napoli apposta, lo narro in un capitolo dedicato a nonno Oreste. Da Napoli lo mandarono a Nola, poi a Caserta, guardi fu un vero macello”, aggiunge l’attore romano, ricostruendo la storia della sua famiglia.

Verdone ha poi annunciato di voler tornare a Napoli, dopo aver finito di girare il suo prossimo film “Vita da Carlo”, per ringraziare chi lo ha aiutato a ritrovare quel documento.

“Voglio visitare l’Archivio e ringraziare personalmente chi mi ha aiutato a ritrovare questa preziosa memoria. Non potranno consegnarmi l’originale perché le leggi vanno rispettate: il documento resta a Napoli. Ma almeno una copia credo proprio che potrò averla”, conclude.

continua a leggere su Teleclubitalia.it