Si chiamava Rosanna Mastroianni, la 37enne travolta e uccisa da una minicar guidata da un 17enne, a San Nicola La Strada. Con lei c’era la figlia di 6 anni. La donna, insegnante in servizio all’istituto Mattei di Caserta, è riuscita a salvarle vita spostando la piccola con il braccio.

Investita e uccisa nel Casertano, l’ultimo gesto di Rosanna: così ha salvato la figlioletta

Stando ad una prima ricostruzione, mamma e figlia stavano percorrendo corso Italia e mentre attraversavano la rotonda di piazza della Repubblica, tra viale Italia e via Milano, è sopraggiunta la minicar con alla guida un 17enne di San Nicola La Strada.

Rosanna Mastroianni è stata centrata in pieno dalla vettura. Ma l’istinto di protezione ha evitato che la bambina potesse morire con lei. A quanto pare la donna sarebbe rimasta incastrata tra con le caviglie sotto il paraurti. Il 17enne ha subito allertato i soccorsi. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno trasportato d’urgenza Rosanna Mastroianni all’ospedale civile di Caserta per fermare l’emorragia ed essere sottoposta a un intervento per l’asportazione della milza. Purtroppo, però, la donna non ce l’ha fatta.

Le indagini sono state affidate ai carabinieri della stazione di San Nicola La Strada: i militari hanno deferito il 17enne per omicidio stradale. Il minore è stato sottoposto a prelievi ematici per verificare la presenza di eventuali tracce di stupefacenti o alcol. Acquisite anche le immagini di videosorveglianza installate nella zona per ricostruzione l’esatta dinamica dell’incidente.

continua a leggere su Teleclubitalia.it