“Il governo nazionale doveva fare due cose: garantire in Italia la produzione autonoma dei vaccini e un’informazione semplice, univoca e affidabile. Non ha fatto né l’una né l’altra cosa: siamo di fronte a un vero e proprio disastro“. Non le manda a dire il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, al governo guidato dal premier Mario Draghi.

De Luca su AstraZeneca: “Disastro da parte del governo. Faremo richiami solo per over 60”

Come al solito il governatore campano ha commentato le notizie che si sono verificate questa settimana nel corso della diretta del venerdì. Tra queste, c’è il caso AstraZeneca.

“Oggi noi dovremmo porre un quesito: per quelli che sono sotto i 60 anni e hanno fatto la prima dose AstraZeneca, cosa dobbiamo fare? Questa domanda a chi la devo rivolgere? Siamo in una situazione nella quale io, Presidente di Regione, non so a chi fare la domanda. Questo compito, che era dello Stato italiano, non è stato rispettato. Aspettiamo il Governo, Aifa, che dica alle Regioni cosa dobbiamo somministrare”, ha sottolineato De Luca durante la diretta social.

Poi l’annuncio sul fronte del piano vaccinale: “Noi non somministreremo AstraZeneca sotto i 60 anni. Lo faremo per le seconde dosi ma solo per gli over 60″.

Il Presidente della Regione Campania ha sollecitato i cittadini di Napoli città a vaccinarsi, poiché all’appello mancherebbero ancora decine di migliaia di persone appartenenti alla fascia 30-59enni. “Dobbiamo compiere un atto di responsabilità, abbiamo la possibilità di rendere la città di Napoli covid free. Ma ci vuole la collaborazione di tutti, altrimenti questo obiettivo non sarà raggiunto”, ha dichiarato De Luca.

Dal 21 giugno la Campania dovrebbe essere collocata in zona bianca. “Abbiamo avuto ieri il livello più basso di positivi, ben 199, se Dio vuole continueremo a scendere con i positivi. Abbiamo recuperato le dosi che non ci avevano mandato. Ma non abbiamo avuto dosi in più per i giovani”, ha aggiunto il governatore campano.

continua a leggere su Teleclubitalia.it