A 7 mesi dalla perdita di suo figlio Simone Frascogna – 19enne di Casalnuovo accoltellato da coetanei in seguito a una colluttazione per motivi stradali – Natascia Lipari  quella che non vuole essere definita una madre coraggio trova però la forza di fare un appello proprio ai giovani: denunciate, non arrendetevi alla violenza. 

Per la morte di Simone sono tre i ragazzi individuati di cui due minorenni. Il primo processo inizierà il 10 giugno: il Comune di Casalnuovo si è costituito parte civile.

Alla fiaccolata che si è avuta ieri sul luogo dell’assassinio erano presenti oltre alla famiglia e gli amici, altri familiari di vittime della strada. Tra questi anche Gaetano Barbuto, giovane gambizzato a Sant’Antimo e ora vivo per miracolo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it