“Si è arrivati a un deperimento organico per cui, pian piano, si è, come posso dire? Si è quasi asciugato”. È il fratello Michele a raccontare al Corriere della Sera gli ultimi giorni di vita di Franco Battiato, il grande cantautore morto il 18 maggio nella sua casa di Milo, provincia di Catania, dove si era trasferito da tempo.

Gli ultimi giorni di vita di Franco Battiato, il fratello: “Si è arrivati a un deperimento organico”

Anche se le sue condizioni di salute stavano peggiorando, Battiato – nato il 23 marzo nel 1945 – è riuscito a festeggiare il suo 76° compleanno. “Era contento della festicciola e riuscì ad assaggiare la torta”, spiega Michele.

“Ma cominciava da giorni a perdere le facoltà. Si è arrivati a un deperimento organico per cui, pian piano, si è, come posso dire? Si è quasi asciugato. Non si è accorto del trapasso. Circondato da me, mia moglie, mio genero, i nipoti, i collaboratori e due medici che non ci hanno mai lasciato”, conclude.

La famiglia fa sapere anche che le esequie si terranno in forma strettamente privata e ringrazia tutti per le innumerevoli testimonianze di affetto ricevute. Niente funerali pubblici, quindi, per il cantante. La speranza per i fan dell’artista è di poterlo andare a salutare alla camera ardente quando e se verrà allestita.

continua a leggere su Teleclubitalia.it