“Non diventerò un astronauta, ma amerò lo stesso la luna. Non sarò lupo di mare, ma vi troverò sempre un rifugio.Non avrò le ali di un gabbiano, forse, ma volerò lo stesso”.

 Questa poesia scritta dallo stesso mario, i capelli rossi al vento, la barba folta, una t-shirt con Corto Maltese e i gabbiani. Così l’artista luca carnevale ha voluto raffigurare Mario Paciolla, cooperante oNU Originario di frattamaggiore ritrovato morto lo scorso luglio in Colombia. Sulla sua morte – fatta inizialmente passare come un suicidio – si è aperta un’inchiesta internazionale. Intanto al grido di “Giustizia per Mario Paciolla” familiari e amici stanno lottando per far cadere il buio sulla sua storia.  Il murales, inaugurato questa mattina, si trova al centro dei giardinetti di via dell’erba alll’arenella, lì dove Mario era solito allenarsi a basket con gli amici. Presente all’inaugurazione anche il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris.

continua a leggere su Teleclubitalia.it