matrimoni coprifuoco cosa cambia

Il paese sembra ripartire nonostante l’alto indice di contagi. Molte già le attività riaperte grazie alla zona gialla: bar, ristoranti e barbieri hanno riaperto da già da 15 giorni anche se ancora con qualche restrizione.

Il ritorno delle feste di nozze, la ripartenza delle piscine al chiuso e un’ora di libertà in più, con il coprifuoco che potrebbe slittare alle undici di sera: sono questi i punti più importanti di cui gli addetti ai lavoro del governo dovranno discutere nelle prossime ore.

Coprifuoco

Per il leader del Lega, Matteo Salvini, in questo periodo storico, il coprifuoco andrebbe del tutto abolito per permettere ai ristoratori di lavorare in tranquillità rispettando tutte le misure anti contagio.

Per ora l’ipotesi più probabile è quella che il «tutti a casa» scatti alle 23. Il giorno tanto atteso potrebbe essere il 17 maggio, a tre settimane dall’entrata in vigore del decreto 26 aprile.

Matrimoni

Dal 15 giugno ripartono, in zona gialla, le feste per i matrimoni. Non sono poche e non sono neppure troppo semplici da rispettare le norme da rispettare , ma almeno rappresentano un primo passo verso il ritorno alla normalità.

Cosa prevedono?

Al pranzo nuziale, ad esempio, i tavoli dovranno essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno un metro di separazione tra i clienti di tavoli diversi negli ambienti al chiuso e di almeno un metro di separazione negli ambienti all’aperto. Gli ospiti “dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni (quando non sono seduti al tavolo) e negli ambienti esterni (qualora non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro)”. Il personale di servizio a contatto con gli ospiti “deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti”.

Piscine

Anche sul destino delle piscine al chiuso la discussione è animata. Nel decreto non se ne parla, quindi restano chiuse come indicato dagli scienziati del Cts. Fino a quando? Non si sa, dipenderà dai dati.

Il 1° giugno ripartiranno le palestre, ma «purtroppo le piscine sono state escluse — ricorda la sottosegretaria allo Sport Valentina Vezzali — Il governo ha aperto un tavolo tecnico affinché possano riaprire quanto prima e in massima sicurezza».

continua a leggere su Teleclubitalia.it