L’orario del coprifuoco potrebbe cambiare a metà maggio. Ieri alla Camera si è raggiunta l’intesa nella maggioranza sulla revisione della misura restrittiva. In base alla risoluzione delle forze di governo si farà una nuova valutazione in base all’andamento di casi e di vaccini.

Coprifuoco, il Governo vicino alla modifica: quando si potrà uscire dopo le 22

I numeri dei contagi, il numero delle persone negli ospedali, l’occupazione delle terapie intensive e i decessi. Sono questi i parametri ribaditi dal sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, che il Governo prenderà in considerazione per rivalutare la norma.

Leggi anche >> Napoli, de Magistris contro il coprifuoco: “Adesso è inutile”

“È solo sulla base della valutazione di tutti gli elementi a nostra disposizione che si potranno fare valutazioni sull’allentamento delle norme. Tra queste, quella del coprifuoco che resta alle ore 22, come stabilito dalla maggioranza di governo che il 27 aprile ha votato l’ordine del giorno alla Camera che prevede la revisione del limite di orario di circolazione a maggio, qualora i dati epidemiologici dovessero permetterlo”, ha sottolineato Costa.

La modifica del coprifuoco potrebbe essere graduale, come ha suggerito ieri la ministra Gelmini: “Siamo pronti gradualmente ad alzare il coprifuoco alle 23, fino a toglierlo del tutto”, ha annunciato collegandosi al Festival del Lavoro.

Secondo la ministra forzista “il decreto contiene un meccanismo secondo il quale ogni 15 giorni c’è un’analisi sull’andamento dei contagi ma anche sull’andamento delle vaccinazioni”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it