“Abbiamo un calendario che ha come data chiave quella del 26 aprile, che ha come particolarità la necessità di investire sugli spazi aperti”. Lo ha detto il Ministro Speranza nel corso della conferenza stampa, assieme al Presidente del Consiglio Mario Draghi, che si è tenuta oggi da Palazzo Chigi.

Covid, il calendario delle riaperture: ristoranti e scuole da aprile, poi piscine e palestre

Il ministro Speranza ha indicato un possibile calendario per le aperture delle attività economiche. “Abbiamo un calendario che ha come data chiave quella del 26 aprile, che ha come particolarità la necessità di investire sugli spazi aperti. Poi c’è una roadmap, dal 15 di maggio potrebbero riaprire le piscine all’aperto, dal 1° giugno potrebbe ripartire le palestre, dal 1° luglio le attività fieristiche”.

Ma cosa cambia dal 26 aprile? Anzitutto verrà reintrodotta la zona gialla. Poi riapriranno i ristoranti, anche a cena, ma all’aperto. Sia in fascia gialla che in quella arancione gli studenti potranno seguire le lezioni in presenza, ma per le Regioni che verranno collocate in zona rossa è previsto il 50% del ritorno in presenza.

Il Presidente del Consiglio ha aggiunto che “la probabilità che si debba tornare indietro è molto bassa. Inoltre quest’anno in autunno le vaccinazioni saranno diffuse e quindi se dovesse tornare la malattia l’affronteremo in maniera diversa”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it