giampiero lecce morto

Ha contratto il Covid durante una visita cardiologica all’ospedale di Tricase, in provincia di Lecce. Giampiero, 37 anni, è morto per le conseguenze dell’infezione tra il 14 e il 15 aprile.

Lecce, contrae il Covid durante un controllo in ospedale: muore a 37 anni

Lavorava null’ambulatorio medico di Castrignano del Capo (era il responsabile dell’area tecnica di uno studio associato di medici). Le comunità della stessa Castrignano e della vicina Patù, dove era molto conosciuto e ben voluto, si sono strette attorno al dolore della madre, del padre e della sorella. «Mi sento bene, solo un po’ affaticato» aveva detto ai genitori per telefono. Ed era fiducioso di poter tornare a casa nel fine settimana non appena si fosse negativizzato.

L’incubo è cominciato pochi giorni fa, quando si era recato all’ospedale di Tricase per alcuni scompensi cardiaci. Qui avrebbe contratto il Covid e sarebbe stato trasferito al Dea di Lecce.  Non aveva mai avuto bisogno della respirazione artificiale o della maschera Cpap in questi giorni. Nei giorni scorsi si era anche negativizzato salvo tornare positivo. E infatti era in attesa di un nuovo tampone che gli avrebbe consentito di rientrare a casa. “Purtroppo il Covid – spiega il dottor Rizzo – può aver aggravato le sue condizioni di salute perché si sa come questo virus possa rivelarsi estremamente aggressivo soprattutto nei soggetti più fragili”.

Il corpo senza vita di Giampiero è rientrato a Giuliano, il comune dove il ragazzo viveva con i genitori e la sorella. Oggi si svolgeranno i funerali. Diplomato in Informatica aveva sviluppato una grande esperienza nel settore dei computer tanto da consentirgli di ricoprire il ruolo di responsabile dell’area tecnica di uno studio associato di medici del posto dove lavorava ormai in pianta stabile da circa quattro anni.

continua a leggere su Teleclubitalia.it