Napoli. Ancora un’aggressione ai danni del personale sanitario. Stavolta teatro della vicenda è stato il Monaldi di Napoli, dove una donna di 74 anni è morta per complicanze legate al Covid-19. I familiari, dopo aver appreso la tragica notizia, hanno preso a calci e a pugni i sanitari.

Donna muore di Covid-19 a Napoli, blitz dei parenti in ospedale: calci e pugni ai sanitari

Come riportato da Il Mattino, i fatti sono accaduti ieri, verso le 22 e 30. Stando ad una prima ricostruzione i parenti della vittima avrebbero insistito per riportare la salma a casa. Tale procedura, però, è vietata poiché i cadaveri dei positivi rilasciano ancora fluidi infetti. E così, dopo che la loro richiesta era stata prontamente respinta dai medici, i parenti della defunta hanno fatto irruzione in ospedale e colpito chiunque gli passasse di fronte.

Leggi altre notizie su Napoli >> informati qui

Ad avere la peggio un operatore del Monaldi che sarebbe stato costretto a ricevere le cure dei colleghi del Cto. L’uomo ha riportato trauma cranico, contusioni multiple, ecchimosi al labbro inferiore e superiore, perdita della capsula di un dente.

Sul luogo dell’aggressione è intervenuta la Polizia che ha identificato gli aggressori. Questi a loro volta, hanno presentato denuncia contro ignoti per una presunta responsabilità sanitaria che ha portato al decesso della congiunta. La salma della donna è stata sequestrata ed è a disposizione dell’autorità giudiziaria.

continua a leggere su Teleclubitalia.it