bonus casalinghe 2021

Arriva il bonus casalinghe 2021 per aiutare le donne che svolgono lavori domestici. Tra le misure messe in campo dal Governo per fronteggiare la crisi causata dalla pandemia c’è anche questo nuovo sussidio.

Il decreto Agosto varato dal precedente governo conteneva infatti anche un fondo d’inclusione ‘rosa’ per le casalinghe, detto bonus casalinghe, con uno stanziamento di circa 3 miliardi. Un intervento nelle intenzioni della ministra per le Pari Opportunità Elena Bonetti, che sottolinea l’importanza delle politiche inclusive e di qualificazione professionale, ovverosia garantire alle donne la possibilità di scelta in termini professionali.

Bonus casalinghe 2021

In realtà, non si tratta di soldi che verranno direttamente accreditati alle donne casalinghe ma il fondo serve alla promozione della formazione professionale di tutte quelle donne che svolgono lavori domestici, al fine di garantire maggiori opportunità occupazionali e quindi di scelta più libera e consapevole. Si tratta dunque di un credito per la frequentazione gratis di corsi di formazione volti a garantire alle donne disoccupate casalinghe possibilità eventuali di accesso nel mondo del lavoro.

Scopo dell’iniziativa è sostenere l’autonomia personale delle donne. La misura è rivolta in via prioritaria alle donne, ma riguarda anche, in subordine, i casalinghi, cioè uomini che svolgono attività nell’ambito domestico.

Leggi anche: Bonus Covid da 2400 euro, partiti i pagamenti: a chi arriva subito e chi dovrà attendere

Requisiti

Il bonus casalinghe è un credito che serve per seguire corsi di formazione rivolti alle casalinghe, in via prioritaria, e in subordine ai casalinghi.

Lo scopo è aiutare le donne che si trovano fuori dal circuito lavorativo e, pertanto, sono escluse da possibilità di aggiornamento professionale e di impiego, e gli uomini che svolgono attività domestiche.

I requisiti per accedervi sono sono i seguenti:

  • è necessario essere casalinghe disoccupate;
  • essere cittadine italiane o anche straniere purché in possesso di regolare permesso di soggiorno;
  • per accedere al bonus non sono necessari dei particolari requisiti Isee.

Stesso discorso, tuttavia, può essere esteso agli uomini purché:

  • disoccupati ;
  • italiani o stranieri purché in possesso di regolare permesso di soggiorno;
  • non ci sono limiti legati all’Isee.

I corsi finanziati con il bonus casalinghe riguarderanno soprattutto il settore digitale.

La domanda

Per conoscere come fare la domanda, bisognerà attendere il decreto attutivo emanato dal Ministero elle pari opportunità e la famiglia. Ma è molto probabile che la domanda per l’accesso al bonus casalinghe 2021 dovrà essere presentata all’Inps.

continua a leggere su Teleclubitalia.it