Controlli rafforzati per le festività di Pasqua e Pasquetta. Il Viminale, dopo la riunione del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza, presieduto dalla ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, ha chiesto alle forze dell’ordine più attenzione nei controlli delle “vigenti misure di contenimento del contagio, con particolare riguardo a quelle riguardanti i divieti per gli spostamenti”.

Pasqua, il Governo corre ai ripari: partono i controlli. Posti di blocco nei seguenti posti

In generale i controlli verranno rafforzati nei parchi, sui litorali, sulle arterie stradali e autostradali, ma anche nelle stazioni, nei porti e negli aeroporti. Tutta Italia sarà in zona rossa il 3, 4 e 5 aprile e gli unici spostamenti consentiti – oltre a quelli per necessità, lavoro e salute o rientro alla residenza – saranno quelli per far visita a parenti e amici in un’abitazione privata, per un massimo di due persone verso una sola casa al giorno.

Per chi infrange i divieti previsti dai decreti anti-Covid, la multa prevista può andare dai 400 ai 1.000 euro. La stessa multa si applica anche a chi non rispetta le regole sullo spostamento massimo di due persone per andare a far visita a parenti e amici nei giorni di Pasqua e Pasquetta (3, 4 e 5 aprile). L’importo vien ridotto de 30% in caso di pagamento entro 5 giorni. La multa minima scende così a 280 euro.

continua a leggere su Teleclubitalia.it