ever given liberata canale di suez

Eppure si muove. La portacontainer Ever Given, incagliata da una settimana nel canale di Suez, si è disincagliata. L’enorme natante ha iniziato a muoversi, come riportano alcuni siti web di osservazione del traffico marittimo.

Suez, si sblocca la Ever Given

Vesselfinder e Myshiptracking evidenziano come la poppa della nave, che pesa più di 200.000 tonnellate, si sia allontanata dalla riva occidentale del canale. L’Autorità del Canale di Suez (Sca) ha detto stamani che “le manovre di traino per rimettere a galla la nave portacontainer Ever Given sono iniziate con l’ausilio di 10 rimorchiatori giganti”. La compagnia di servizi marittimi Inchcape ha annunciato da parte sua che la nave è stata “rimessa a galla”, secondo quanto riportano diversi media. Sono almeno una dozzina i rimorchiatori e le draghe impegnate nell’aspirare la sabbia sotto la neve.

A facilitare le operazioni di disincagliamento sarebbe stata l’alta marea, che ha sollevato lo scafo di alcuni centimetri. Tuttavia, nonostante questa notizia, non è chiaro quando l’intera imbarcazione riuscirà a lasciare il canale. Così come non c’è ancora una data cerca per la riapertura di Suez al traffico marittimo. Secondo la Suez Canal Authority (Sca), ci sono circa 370 navi, comprese 25 petroliere, bloccate alle due estremità del Canale di Suez in attesa di transito.

E’ da martedì che la Ever Given è bloccata in diagonale. Una diga naturale che completamento ostruito il canale d’acqua largo 300 metri di larghezza. Il Canale di Suez, lungo circa 190 km, gestisce circa il 10% del commercio marittimo internazionale e ogni giorno di fermo causa ritardi e costi significativi. In totale, quasi 400 navi provenienti da tutto il mondo sono rimaste bloccate alle estremità e al centro del canale che collega il Mar Rosso al Mar Mediterraneo, secondo Sca.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it