astrazeneca rinunce napoli disdette insegnanti vigili urbani

A Napoli cresce la quota dei disertori del vaccino AstraZeneca. Al Covid Vaccine Center della Stazione Marittima sono soprattutto insegnanti e agenti della Polizia Municipale a rifiutare il siero anglo-svedese.

Napoli, boom di disdette: 6 su 10 non vogliono AstraZeneca

Secondo quanto riporta Il Mattino, su 840 convocati appartenenti al personale scolastico (docenti, tecnici e universitari) se ne sono presentati meno della metà, solo 339, il 40,36 per cento, con poco meno del 60 per cento di defezioni (501 assenti). Un numero in crescita, visto che nel primo giorno di ripresa delle vaccinazioni, le rinunce si attestavano intorno al 35 % in tutta la Campania. Cresce dunque la sfiducia nel vaccino anglo-svedese dopo i casi sospetti di trombosi avvenuti dopo l’inoculazione del siero.

Tra i presenti tuttavia non c’è stata nessuna rinuncia dell’ultim’ora ma tra i 339 che hanno porto la spalla per la inoculazione per 312 si è andati avanti con AstraZeneca e per 27, alla raccolta dell’anamnesi e dopo il vaglio della situazione clinica, si è deciso di optare per il vaccino a mRna Pfizer. Ma i “disertori” sono presenti anche in altre categorie. Sempre alla stazione Marittima, infatti, altre 126 assenze si sono registrate nell’ambito delle forze dell’ordine. In questo caso i convocati erano 264 a fronte di 138 presenti (52,27 per cento). Il 47,73 per cento dei convocati ha rinunciato alla vaccinazione. Le assenze, in questo gruppo, sono state concentrate nell’ambito del personale appartenente al corpo della polizia municipale.

Altissima invece è stata l’adesione degli over 80, immunizzati tutti con Pfizer al Covid Vaccine Center della Mostra d’Oltremare: per le seconde dosi, su 135 convocati, si sono presentati in 131 (97,04 per cento) contando dunque solo 4 assenze. I fragili convocati per la somministrazione della prima dose erano, invece, 823 di cui 743 presenti (90,28%) e 80 assenti (poco meno del 10 per cento).

continua a leggere su Teleclubitalia.it