In Campania sono stati sospesi due lotti del vaccino AstraZeneca indicati come sospetti per ulteriori approfondimenti. Intanto le vaccinazioni proseguiranno normalmente, in attesa di nuove disposizioni nazionali, come stabilito dall’Unità di Crisi regionale che si è riunita stamattina, con convocazione urgente, per affrontare il tema del lotto sospetto.

Campania, vertice urgente dell’Unità di Crisi: sospesi 2 lotti AstraZeneca. Ok alle vaccinazioni

“L’Unità di Crisi, riunitasi d’urgenza questa mattina, ha recepito le indicazioni del Ministero della Salute, sbloccando la somministrazione del vaccino Astrazeneca che quindi riprenderà regolarmente, fatti salvi i lotti sui quali, in via precauzionale, è in corso una campionatura da parte dell’Istituto Superiore di Sanità”, fa sapere l’Unità di Crisi in una nota. “Tali lotti non verranno utilizzati per il tempo strettamente necessario al completamento della campionatura. Non esistono al momento controindicazioni sanitarie al prosieguo della campagna vaccinale con Astrazeneca“, rassicurano dalla Regione.

E proprio in queste ore la Regione sta provvedendo ad individuare e rintracciare le persone a cui è stato somministrato il vaccino. Saranno contattate telefonicamente dalle Asl di riferimento per conoscere le loro condizioni e sapere se si sono verificate eventuali reazioni.

Dai primi riscontri arrivati ieri sembrerebbe che non ci sia quasi nessun caso di reazione avversa se non di lieve entità. Su tutte le persone che sono state vaccinate con dosi del lotto incriminato verrà avviata una sorveglianza medica.

La decisione dell’Aifa

Ieri l’Aifa (l’agenzia italiana del farmaco) ha sospeso, a scopo precauzionale, un lotto del vaccino Astrazeneca dopo la segnalazione di alcune gravi reazione avverse con la somministrazione di dosi appartenenti al lotto ABV2856. Intanto dall’Europa fanno sapere che non c’è alcun nesso tra i casi di trombosi registrati in Europa e la somministrazione del vaccino Astrazeneca.

continua a leggere su Teleclubitalia.it