Con la Campania in zona rossa scattano anche i nuovi controlli su strada. Ma che tipo di sanzioni verranno comminate ai trasgressori?

La maggior parte delle sanzioni sono amministrative. Chi  esce dal Comune di residenza, domicilio e abitazione rischia una salata sanzione amministrativa che oscilla da 400 a 1.000 euro.

Le violazioni più comuni riguardano gli spostamenti non giustificati o senza mascherina. La stessa sanzione si applica a chi viola il coprifuoco, il divieto di assembramento o di distanziamento sociale. Uscire senza autocertificazione non comporta il rischio multa che però verrà elevata se non si ha una motivazione valida per stare in giro.

Quando non si rischia la multa?

Quando è possibile spostarsi in zona rossa, senza rischiare di essere multati dalle forze dell’ordine? Secondo l’ultimo Dpcm, è consentito spostarsi per comprovati motivi di lavoro, salute o necessità (anche verso un’altra Regione o Provincia autonoma). Inoltre, il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione è sempre consentito.

É possibile allontanarsi dalla propria abitazione per assistere un parente o un amico non autosufficienti. In zona rossa è permesso spostarsi da un comune ad un altro per fare la spesa, laddove ci sia maggiore convenienza economica. Sono consentiti anche  gli spostamenti per raggiungere i figli minorenni presso l’altro genitore o comunque presso l’affidatario, oppure per condurli presso di sé, sono consentiti anche tra Regioni e comuni differenti.

Le passeggiate sono ammesse, in quanto attività motoria, esclusivamente in prossimità della propria abitazione. Sono  ammesse, inoltre, nel caso siano motivate per compiere gli altri spostamenti consentiti (andare al lavoro, motivi di salute o necessità).

Come pagare o fare ricorso

La multa può essere pagata in misura ridotta del 30% entro 5 giorni, in alternativa si può chiedere la rateizzazione dell’importo.

Ai sensi degli articoli 18 e seguenti della Legge 24 novembre 1981, il cittadino può fare ricorso se non condivide il verbale delle Forze dell’ordine nel termine perentorio di 30 giorni.

Controlli

Intensificati i controlli in zona rossa. Ma dove potremmo incontrare eventuali posti di blocco? Sicuramente all’uscita dell’Asse Mediano, lungo le strade extraurbane (come la Circumvallazione esterna), ma anche sulla barriera autostradale di Caserta sull’A1. Ma anche in via Appia, a confine con i comuni di Giugliano e Sant’Antimo. A Napoli i controlli potrebbero concentrarsi soprattutto nel centro storico come via Toledo, piazza Bellini, piazza Dante, ma anche piazza Carlo III. E poi sul lungomare e in via Chaia.

continua a leggere su Teleclubitalia.it