vertenza auchan riassunti dipendenti in esubero mugnano giugliano

La vertenza Auchan in via di risoluzione. A Giugliano e Nola i dipendenti attualmente considerati in esubero dovrebbero essere quasi tutti riassorbiti dai nuovi piani aziendali. Esuberi potrebbero esserci ancora per il punto vendita di Mugnano per i quali però si sta lavorando. Decisivo, oltre l’impegno in Regione, l’ingresso di grandi marchi come Oviesse e Unieuro all’interno dei parchi commerciali.

Vertenza Auchan, verso la collocazione dei dipendenti in esubero

Ad annunciare l’importante svolta nelle trattative tra sindacati, Regione e imprenditori il consigliere Giovanni Porcelli: “Due giorni fa abbiamo avuto, insieme al presidente della commissione Mensorio e all’assessore Marchiello, una nuova riunione con i vertici del gruppo Margherita sulla vicenda ex Auchan – ha dichiarato Porcelli su Facebook -. Finalmente abbiamo trovato una disponibilità a ragionare. Non sarà semplice, ma abbiamo condiviso l’idea che l’obiettivo deve essere quello di ri-assumere tutti i lavoratori. Nel frattempo bisogna lavorare per prorogare gli ammortizzatori sociali”.

Poi ha specificato: “Per Giugliano e Nola le notizie sembrano essere più che positive con la possibilità di assorbire tutti i lavoratori. Anzi pare che possano essere richieste per Giugliano, durante l’anno in corso, anche nuove assunzioni e per questo abbiamo sottolineato l’assoluta necessità di favorire in primis i dipendenti di Mugnano non ancora collocati. Abbiamo spinto affinché vengano valutate con la massima attenzione le situazioni più delicate. Come lavoratori monoreddito, lavoratori con disabilità, marito e moglie entrambi dipendenti ed entrambi ancora senza collocazione”.

Nel dettaglio a Giugliano dovrebbero arrivare due grandi marchi, come Oviesse e Unieuro, mentre a Mugnano arriverebbero Oviesse, Happy Casa e Portobello. A Mugnano gli esuberi ci saranno comunque, ma grazie all’ingresso di queste nuove aziende della grande distribuzione, potrebbero essere riassorbiti nei nuovi punti vendita che aprirebbero a Giugliano e Nola.

continua a leggere su Teleclubitalia.it