Non si riesce a capacitare Silvio Schettino, vice presidente della cooperativa “La Gioiosa” cui ieri è stato sottratto illecitamente un furgoncino utilizzato per il trasporto  e l’assistenza di disabili e anziani soli.

Sporta immediatamente denuncia, ora la cooperativa – cui il mezzo era stato donato da una società di Bologna –  spera di ritrovarlo presto tramite la geolocalizzazione.

Da quattro anni con il patrocinio morale del Comune di Casoria e con il contributo di diversi sponsor che offrono una quota mensile, i volontari  con questo furgoncino hanno assistito gli anziani a domicilio o  li hanno accompagnato all’ospedale e all’asl (la sede di Arpino non è infatti collegata al resto della città da altri servizi) . Nel periodo della pandemia, poi, il loro contributo è stato importante per spese solidali o, recentemente, per accompagnare gli anziani a effettuare il vaccino.

Quel pullmino ci permetteva di svolgere un’attività di trasporto gratuito per anziani e persone disabili in tutto l’ambito territoriale N18, Casoria, Arzano e Casavatore. Quel veicolo ci era stato dato in comodato d’uso dalla PMG Italia di Bologna grazie al sostegno e alla generosità dei commercianti della nostra zona, senza di esso ora non possiamo svolgere alcuna attività. Speriamo di poterlo ritrovare al più presto. Chi ha potuto fare una cosa simile? Cosa se ne faranno poi?“ – spiega Silvio Schettino de La Gioiosa che si è rivolto al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.
“Ho personalmente contatto la cooperativa, che fa cose straordinarie e che rappresenta un punto di riferimento per il nostro territorio, per esprimere la nostra solidarietà. Ci auguriamo che e le forze dell’ordine possa presto ritrovare il pullmino.”- ha dichiarato Salvatore Iavarone, consigliere comunale di Casoria e coordinatore di Europa Verde per l’area Nord di Napoli.
“Vergognoso. Ci rivolgiamo ai ladri: se vi è rimasto un briciolo di umanità e di dignità restituite il pullmino, anche in forma anonima.
Se l’autoveicolo non dovesse essere recuperato allora faremo partire una campagna di solidarietà per donare alla cooperativa un nuovo mezzo con il quale svolgere la loro attività sociale. Il territorio ha estremamente bisogno di persone che si danno da fare per aiutare i più deboli.”- ha commentato il Consigliere Borrelli.

Il veicolo ha un valore di poco più di 15mila euro, ma il suo furto resta inspiegabile anche dal punto di vista pratico vista la difficoltà nel rivenderlo nel mercato nero.

 

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it