positivo covid albergo prostituta

Era positivo al coronavirus. Aveva persino qualche sintomo, tra cui tosse e mal di gola. Eppure non ha resistito al desiderio di condividere qualche momento di piacere con una prostituta. Ma a incastrarlo il check-in in albergo.

Positivo al Covid sorpreso in albergo con una prostituta: denunciato

L’uomo, un 63enne di Vignate, in provincia di Milano, ha violato il regime di quarantena obbligatoria per recarsi in hotel con una prostituta. Durante la registrazione in albergo, l’addetto alla reception ha inviato automaticamente i dati del cliente alla Questura. Il 63enne, in compagnia di una 48enne albanese, è risultato tra le persone indicate dall’Ats e sottoposte all’isolamento domiciliare per esser risultato positivo al coronavirus.

Non appena è stata ricevuta la segnalazione i carabinieri si sono attivati e sono giunti sul posto dove hanno fermato l’uomo e denunciato per epidemia colposa. Secondo le forze dell’ordine, avrebbe messo a rischio la donna con cui aveva intenzione di passare le ore successive.

continua a leggere su Teleclubitalia.it