cotugno pieno

Tornano ad aumentare i ricoveri da covid in Campania. Il Cotugno è il primo a risultare già pieno come sempre accade quando il virus torna a correre.

Cotugno pieno

I reparti del Cotugno sono già pieni nel polo infettivologico partenopeo con il solo pronto soccorso e l’annessa unità di 12 posti in Osservazione intensiva agibile, mentre in tutto il resto dell’ospedale i letti liberi sono centellinati, appena in equilibrio tra la quindicina di nuovi ricoveri che si registrano ogni giorno per trasferimenti da altre strutture, accessi diretti e arrivi col 118 e le dimissioni dei guariti dai reparti di degenza ordinaria come scrive il Mattino.

Anche il reparto di terapia sub intensiva è saturo e lo stesso dicasi per gli 8 posti della storica rianimazione del vecchio padiglione, mentre c’è una residua possibilità di accettare i nuovi ricoveri nel nuovo plesso G (tranne la sub intensiva che è al completo).

Leggi qui il bollettino di ieri

La situazione negli altri ospedali

Le criticità non riguardano però solo il Cotugno. All’ospedale del Mare, ad esempio, si contano di nuovo oltre 150 accessi al giorno. Qui ci sono molti trasferimenti di pazienti Covid.

E si registrano difficoltà anche al Pellegrini e al San Paolo. L’ospedale della Pignasecca ha difficoltà ad accettare nuovi pazienti dal 118.

Il San Giovanni Bosco e il Loreto continuano a lavorare come ospedali Covid e privi di pronto soccorso. Al San Giovanni risultano 21 su 38 i posti letto Covid occupati. Al Loreto invece ci sono 41 malati nei reparti di Medicina su 50 unità di degenza e 17 su 20 in sub intensiva e negli ultimi giorni sono aumentati i ricoveri.

Per quanto riguarda il Policlinico Federico II la metà dei posti Covid disponibili sono occupati.

continua a leggere su Teleclubitalia.it