In meno di un’ora ha fatto 62 mini transazioni col bancomat a un distributore automatico di benzina. Forse con l’obiettivo di vincere il Super Cashback da 1.500 euro, premio che spetta ai primi 100mila consumatori che hanno effettuato il maggior numero di acquisti con carte di credito.

Furbetto del cashback effettua 62 pagamenti in un’ora dal benzinaio: voleva vincere il super bonus

A segnalare l’episodio, come riporta La Stampa, è stato Aldo Bergia, titolare della stazione di servizio di Caraglio, in provincia di Cuneo, che una mattina all’apertura si è trovato davanti oltre due metri e mezzo di scontrini, che sommati totalizzavano la mini-spesa. Il cliente in questione avrebbe infatti effettuato 62 pagamenti per una spesa totale di 6,51 euro.

Il titolare ha subito contattato i carabinieri per verificare la regolarità delle transizioni. Dopo gli accertamenti, i militari hanno appurato che le operazioni risultano a norma di legge. Il comportamento del consumatore non infrange infatti nessun codice.

Il Cashback è valido anche se la spesa è di pochi centesimi. L’unico requisito fondamentale è che vengano effettuate almeno 50 transazioni elettroniche in 6 mesi, dal 1° gennaio al 30 giugno 2021 (spesa massima di 1.500 euro, rimborso finale di 150 euro).  C’è anche l’iniziativa aggiuntiva Super CashBack: in pratica, più transazioni si fa, più si ha la possibilità di essere inserito in una speciale classifica. I primi 100mila della graduatoria potranno vincere altri 1.500 euro di rimborso extra.

Il trucchetto

Il protagonista in questione non è l’unico ad aver sfruttato le regole del Cashback. Già a gennaio si era verificato un caso analogo, avvenuto in un distributore di Trescore Cremasco (CR), dove un automobilista aveva effettuato cinque transazioni – tre da 5 euro, una da 2,50 euro e una da 2,44 euro – per un piccolo quantitativo di benzina.

continua a leggere su Teleclubitalia.it