Chi ha scritto che la storia non si ripete di certo non aveva in mente le rampe della Circumvallazione tra Casoria e Afragola, invase, ciclicamente, dalla spazzatura.

Scheletri di frigoriferi, lavatrici, giochi per bambini, copertoni di automobili ma anche pezzi di mobilio o sacchetti ordinatamente (si fa per dire) depositati sul ciglio della strada.

Solo qualche mese fa l’area- sul quale insiste anche un campo Rom in cui vivono all’in circa 70 persone tra cui molti bambini- era stata interessata da una bonifica integrale.

Le nostre stesse telecamere vi avevano parlato di un grande progetto di riqualificazione della zona che passava proprio attraverso il dislocamento degli occupanti del campo non con le ruspe ma un con un elaborato piano abitativo e sociale che coinvolgeva associazioni e diversi comuni dell’hiterland.

Ma quello dei rifiuti illegali è un circolo vizioso che qui non si riesce a spezzare.

La Cantariello, che permette di raggiungere i grandi centri commerciali di Ikea, Leroy Merlin, Globo, Multibit, Dacathlon e Mediaworld, è anche oggi lasciata all’inciviltà con rifiuti pronti a essere mandati come le promesse di certa classe politica.

continua a leggere su Teleclubitalia.it