Tra i furbetti del reddito di cittadinanza ci sarebbe anche un consigliere del Comune di Casavatore. La notizia ha creato non poche polemiche in città anche perché il consigliere, esponente autorevole della maggioranza, avrebbe dichiarato reddito zero nonostante  seCondo QUANto sostiene l’opposizione – sia il gestore di una proficua attività in centro.

Si mantiene ancora riserbo sul suo nome, anche perché i dati relativi ai redditi sono in corso di verifica. Tuttavia, se la notizia fosse confermata, si tratterebbe di un ennesimo terremoto per l’amministrazione Marino.

Il sindaco – che attende l’esito del ricorso al Tar dello sfidante Maglione – si trova in questi giorni a dover affrontare aspre polemiche anche per quanto riguarda la festa dei gigli.

Sull’eventuale ritorno della celebre festa di Casavatore, sta infatti indagando la DIA. Gli investigatori vogliono fare chiarezza, dopo le dichiarazioni dell’assessore al Folklore Giuseppe Savinelli, che vorrebbe modificare lo Statuto che regola la festività. Regolamento fu redatto proprio dalla Dia, dopo lo scioglimento e la sospensione della festa patronale, per infiltrazioni camorristiche.

Il sindaco Vito Marino, però, ribadisce la sua volontà di riportare la Festa dei Gigli a Casavatore nel pieno rispetto della legge.

 

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it