Tra qualche giorno l’Inps effettuerà la ricarica del Reddito di Cittadinanza. Ogni 27 del mese, infatti, è previsto l’accredito dei soldi anche se a parte da gennaio 2021 non tutti riceveranno la ricarica. Vediamo chi non riceverà il pagamento dall’INPS e cosa fare.

Chi riceverà il pagamento di gennaio 2021?

La carta di pagamento elettronica del RdC consente di effettuare prelievi, bonifico mensile SEPA,  pagamento delle bollette domestiche.

Molti contribuenti non riceveranno la ricarica perché hanno terminato a dicembre le 18 mensilità e sono costretti ad aspettare un mese per i successivi pagamenti. Ma non è automatico. I contribuenti devono effettuare il rinnovo presentando l’ISEE aggiornato.

Potrebbe anche interessarti >> Isee basso? Tutti i bonus che si posso richiedere

Ricarica reddito di cittadinanza il 27 gennaio, in molti avranno una brutta sorpresa

Il reddito di cittadinanza sarà oggetto a breve di una doppia sospensione del pagamento.

Come abbiamo anticipato i beneficiari del reddito di cittadinanza devono rinnovare l’ISEE e presentare quello 2021 entro il 31 gennaio.

Il pagamento del reddito di cittadinanza di gennaio 2021, come comunicato anche da INPS e al pari dello scorso anno, avviene sulla base dell’ISEE 2020.

Coloro che tuttavia non presentano l’ISEE aggiornato entro la fine del mese corrente rischiano la sospensione a febbraio del pagamento del reddito di cittadinanza fino a quando non provvedono al rinnovo.

continua a leggere su Teleclubitalia.it