de luca scuole

“Volevamo aspettare l’effetto delle festività natalizie prima di riaprire definitivamente le scuole e per questo arrivare a inizio febbraio” dice il presidente della Regione nel consueto appuntamento del venerdì in diretta che dedica una parte proprio alla riapertura delle scuole.

De Luca e la riapertura delle scuole

Dopo la sentenza del Tar di oggi che ordina il rientro in classe anche per le scuole superiori, il presidente fa sapere che IL 25 gennaio 2021, sarà consentita l’attività in presenza nella scuola media superiore di primo grado (medie) mentre il 1 febbraio rientrano in aula le scuole secondarie superiori. “Abbiamo lavorato per potenziare il trasporto: abbiamo una situazione buona. Dovremo ragionare sugli orari ma con i dirigenti scolastici”.

Leggi anche: De Luca in diretta sulla crisi di governo: “Riforma più urgente è riapertura manicomi”

Poi un passaggio proprio sui ricorsi fatti al Tar contro le sue ordinanze: “Chi fa i ricorsi prescinde dall’epidemia, fanno ricorsi come l’epidemia non esistesse – dice De Luca -. Pensate non siamo consapevoli dei problemi della didattica a distanza? Quello che è sconcertante è non tener presenti i due elementi: la necessità di riprendere l’attività scolastica ma la necessità di contemperare questa esigenza con i dati dell’epidemia cioè garantire la sicurezza”.

Il presidente ha poi elencato i casi positivi che ci sono attualmente nelle scuole dopo le prime riaperture. “Mentre siamo impegnati a fare tamponi e vaccinazioni – dice – dobbiamo controllare che non ci siano focolai perchè altrimenti siamo costretti a chiuder tutti gli istituti, non una classe”.

 

continua a leggere su Teleclubitalia.it