vichingo campidoglio

Si chiama Jake Angeli il vichingo che ha fatto parte dell’assalto di ieri al Campidoglio a Washington. È un italo americano di 32 anni, e si definisce lo “Sciamano di QAnon”, l’associazione complottista e negazionista che ha un grande seguito sui social e che sostiene Trump in accordo con lui che le elezioni sarebbero state truccate e che la vittoria di Biden non sia legittima.

Angeli è residente nella città di Phoenix, ed è un personaggio molto noto negli ambienti dell’ultradestra complottista americana pro Trump.

Chi è Jake Angeli, vichingo della rivolta al Campidoglio

Non è nuovo alle forze dell’ordine, è infatti stato in prima linea in Arizona nelle manifestazioni contro “l’elezione rubata”. Molte volte non ha mancato di manifestare il proprio disappunto e convinzione che il mondo sia guidato da una rete di pedofili i quali odiano Donald Trump.

Angeli ieri si è presentato vestito da vichingo durante la rivolta e in una cartellina ha lasciato scritto “Noi non ci arrenderemo”. Il suo abbigliamento non è passato inosservato ed è finito su giornali e siti online come simbolo del “colpo di Stato”. Non era però la prima volta che si vestiva così. Sarebbe proprio questo ad avergli fatto guadagnare il nome di battaglia Sciamano di QAnon.

Il 32enne è stato uno dei primi ad entrare al Congresso, insieme a un ristretto gruppo di fedelissimi. Ma Angeli non è l’unico personaggio noto tra le file della destra estremista Usa. Tra questi ci sono anche esponenti dei vecchi Tea Party come Kylie Jane Kremer e leader di gruppi anti-mascherine e negazionisti del Covid.

continua a leggere su Teleclubitalia.it