Secondo Marisa Laurito ciascuno di noi ha delle vite precedenti. Lei lo ha scoperto grazie all’ipnosi regressiva. L’attrice ha riportato la sua testimonianza alla trasmissione “Oggi è un altro giorno”, nel corso di un’intervista con Serena Bortone.

Marisa Laurito: “Le mie vite precedenti grazie all’ipnosi regressiva”

“E’ una pratica con cui puoi fare una passeggiata nelle tue vite precedenti”, ha detto la Laurito parlando dell’ipnosi. “Io ne ho fatte tre e da tutte e tre ho capito cose molto importanti”, ha proseguito. In particolare, l’ipnosi avrebbe aiutato la Laurito a superare gli stati d’ansia e stress che precedevano ogni suo debutto teatrale.  “Prima di ogni debutto, ho sempre avuto la febbre – ha raccontato a Rai Uno -. Una volta stavo così male che sono dovuta andare da un medico che mi ha chiesto di fare l’ipnosi regressione”.

Da qui la scoperta sovrannaturale: “Ed è venuto fuori che io, in un’altra epoca, ero una donna che aveva testimoniato a un processo per salvare un uomo che non aveva ucciso nessuno. Non avevo testimoniato bene e non ero riuscita a salvarlo portandomi questo senso di colpa in questa vita. Poi, mi ha fatto fare degli esercizi e da allora non ho più mal di gola e febbre prima di un debutto”. Infine, l’attrice resa popolare insieme a Nino Frassica dai programmi di Renzo Arbore, conclude così la sua intervista: “Io credo molto nella grande introspezione, credo che siamo in questa vita per imparare e da quando ho 16 anni ho tentato di capire. E’ una vita quasi parallela alla mia questa”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it