Le prime dosi del vaccino Pzifer-Biontech arrivano all’ospedale Cotugno di Napoli, uno dei presidi sanitari più importanti d’Italia nella lotta alla pandemia Covid-19.

Napoli, le prime dosi di vaccino arrivano all’ospedale Cotugno

Le prime fiale dell’antidoto, come annunciato ieri, sono state consegnate poco dopo le 8 dal camion frigo partito dall’hub napoletano. Alla Campania, in questa prima distribuzione simbolica, sono toccate 720 dosi, che verranno somministrate al personale sanitario e ad alcuni anziani delle Rsa.

Presente alla consegna al Cotugno il presidente della Regione, Vincenzo De Luca, che ha predicato prudenza, nonostante gli entusiasmi: “Questo è un giorno di speranza – ha dichiarato -. Ma la giornata è stata troppo caricata di significati come se fosse uno sbarco in Normandia. Pretendiamo che ci sia una distribuzione equa e che non ci sia l’algoritmo ‘a marchetta’ che ha permesso al Veneto di restare in zona gialla a determinare quante dosi spettino alla nostra regione. La distribuzione deve avvenire in base alla popolazione residente”. Infine una promessa: “La Campania ne uscirà prima. Il 12 gennaio partirà l’esercitazione in tutti gli ospedali”.

Il primo a cui verrà inoculata la dose del vaccino Pzifer al Cotugno è Rodolfo Punzi, direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Azienda dei Colli. “E’ un’esperienza emozionante. Finalmente possiamo vedere luce in fondo a questa galleria dopo mesi di sofferenza. Un giorno che dobbiamo vivere con ottimismo e speranza che deve essere uno stimolo per tutti i sanitari e i cittadini a vaccinarsi. Non dobbiamo avere remore rispetto a una procedura che può cambiare l’atteggiamento sinora avuto rispetto alla malattia. Sappiamo cos’è il Covid e sappiamo però che anche il vaccino è efficace e sicuro”.

continua a leggere su Teleclubitalia.it